Eckhart Tolle e il regno dei cieli dentro di noi

no eclipse on the eclipse nightAscoltare Eckhart Tolle ci ricorda che ogni cosa è possibile – per tutti. Non parlo di vivere una vita di piaceri piena di auto di lusso, case al mare, e vacanze stravaganti, ma di un’esperienza colma di quel genere di intuizioni spirituali che non solo rendono questa vita degna di essere vissuta ma anche decisamente più appagante. Il problema è che, ogni volta che si dice “intuizione spirituale” si parte spesso dal presupposto che stiamo parlando di qualcosa di troppo etereo per essere pratico o troppo vago ed elusivo ed irraggiungibile nel corso di questa vita. Questo è esattamente il punto che il Sig. Tolle, uno dei maestri ed autori spirituali meglio conosciuti al mondo, ha decisamente respinto durante una sua conferenza che aveva tenuto un paio di mesi prima alla Stanford University. “Alcune persone si risvegliano spiritualmente senza mai essere entrate in contatto con alcuna tecnica di meditazione od alcun insegnamento spirituale,” ha detto. “Può darsi che si risvegliano semplicemente perché non riescono più a sopportare la sofferenza.” Tolle è andato avanti a citare esempi di persone alle quali era stato detto che rimaneva loro poco tempo da vivere o che erano state condannate ad una pena in prigione particolarmente lunga. In entrambi i casi, qualsiasi pensiero di un futuro era praticamente svanito, costringendo questi individui a ciò che Tolle descrive come “una intensa consapevolezza” che si percepisce nel momento presente senza più “nessun futuro nel quale evadere mentalmente.” E qual’è il risultato? Molta sofferenza in meno. “Questo è il vero risveglio spirituale, quando qualcosa emerge da dentro di te che è più profondo  di ciò che pensavi di essere,” dice Tolle. “Quindi, la persona resta, ma si potrebbe quasi dire che qualcosa di più potente risplende attraverso essa.” La buona notizia, secondo Tolle, è che per sperimentare questo risveglio, “non devi aspettare la diagnosi del medico o finire in galera…nè fare 30.000 ore di meditazione o vivere in un ashram per 20 anni. Una volta che riesci ad avere un’idea di questo risveglio puoi riviverlo nella tua vita quotidianamente.” Per un numero sempre più grande di persone, questa comprensione del sempre presente “tu spirituale” che risplende attraverso noi, ha portato a significativi miglioramenti nelle loro vite, non ultimo una salute migliore. Ciò sembrerebbe suggerire che questo genere di intuizioni spirituali non sono minimamente eteree o elusive ma decisamente pratiche. “Spiritualità e religione fanno parte del paradigma della guarigione,” scrive Airdre Grant in uno studio pubblicato nel Journal of the Australian Traditional Medicine Society (ATMS). “Sono fattori decisivi per la salute e giocano un ruolo nella guarigione, nel benessere e longevità.” Ma da dove vengono queste intuizioni? Si tratta semplicemente di un’ utopistica illusione? O forse è qualcosa di più affidabile o più efficace? “Gesù ha detto ‘il regno dei cieli è dentro di te,’ ’’ osserva Tolle, suggerendo che questa conoscenza che induce la salute potrebbe essere molto più vicina di quanto pensiamo. “Credo che se Egli vivesse ai giorni nostri, invece di ‘regno,’ Egli userebbe, ‘dimensione’ e avrebbe usato la parola ‘cieli’ per riferirsi ad un senso d’ immensità o vastità. Quindi ritraducendo le parole di Gesù in termini moderni potermmo dire ‘la dimensione della vastità è dentro di te.’ “E poi Gesù disse – quando gli chiesero, ‘Dov’è il regno dei cieli e quando verrà?’ – egli rispose, ‘Il regno dei cieli non arriva con segni che possano essere percepiti. Non potrai dire, ah, eccolo qui o guarda, eccolo laggiù, perché io vi dico che il regno dei cieli è dentro di voi.’” E’ bello sapere che il proverbiale “regno dei cieli” di cui abbiamo sentito parlare per almeno due millenni – questa “dimensione di vastità” o quel che potrei descrivere come la comprensione della nostra vera identità spirituale – è “dentro di noi.” Dentro noi tutti, qui e adesso. Non ci rimane che la volontà – e l’umiltà – di mettere questa intuizione.

Questo articolo di Eric Nelson practitioner della Scienza Cristiana in America è stato tradotto dall’inglese.

Annunci

One thought on “Eckhart Tolle e il regno dei cieli dentro di noi

  1. Durante le guerre navali del 1400-1500 tra cristiani e turchi, i rematori che erano condannati a vita a remare sulle navi ( erano addirittura incanenati per sempre al posto di voga ed affondavano, nel caso, insieme alla galea) erano considerati piu’ reattivi, piu’ affidabili e piu’ energici di coloro che invece si imbarcavano volontariamente (i cosidetti “buonavoglia”) : ad ulteriore conferma di cio’ che e’ citato nell’artiolo.
    Nella psicologia transpersonale ( Laura Boggio Gilot, Ken Wilber, etc.) , l’unica condizione di “vera” e stabile salute psichica e fisica, e’ considerata proprio quella caratterizzata dalla costante immersione nella consapevolezza spirituale, che e’ gerarchicamente e sistemicamente al livello “superiore” nella struttura dell’essere umano e che e’ (e fa) da base a tutte le altre nostre facolta’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...